News

Licenziamento per motivo oggettivo: spetta all’azienda provare l’impossibilità di repechage (Cass. Civ. sez. Lav., sent. n. 12101/2016)

  |   Diritto del Lavoro, Tutte le News

19/07/2016

 

In caso di licenziamento per giustificato motivo oggettivo, spetta all’azienda dimostrare l’impossibilità di reimpiegare diversamente il lavoratore. Non incombe, pertanto, su quest’ultimo l’onere di indicare eventuali situazioni alternative, mentre tocca all’imprenditore dimostrare l’improcedibilità di una riallocazione in mansioni equivalenti a quelle espletate.


Hai bisogno di una consulenza legale?

Rivolgiti ai nostri esperti

Contattaci

AUTORE - Marcello Albini



Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi